festa 2018.jpg

39esima EDIZIONE FESTA DI SETTEMBRE

 

Si è conclusa domenica 9 settembre la 39esima edizione della Festa di Settembre

Grazie a tutti i volontari che si sono impegnati con passione alla sua realizzazione: ci vediamo il prossimo anno!

La Festa di Settembre

Dedizione e passione, buona cucina, condivisione di valori e idee: basta un minuto al tavolo per accorgersene. Chi si è seduto almeno una volta ai tavoli della Festa di Settembre ha sicuramente notato tre elementi attorno a lui: entusiasmo, giovani, profumi invitanti. Sono gli ingredienti fondamentali di questa manifestazione che ormai ha alle spalle decenni di esperienza: è stata organizzata per la prima volta a fine estate 1980, con pochi mezzi e una cucina improvvisata ma tanta voglia di fare.

 

Anche oggi che la Festa può contare su una sede stabile (il Sei Sesti di via Spinada) e su una cucina degna di un ristorante, l'energia dei volontari è rimasta la stessa: quasi un centinaio di persone ruotano attorno all'organizzazione delle dieci serate, che parte a metà agosto con l'allestimento della struttura e si conclude a metà settembre. Sono tantissimi i giovani: con allegria e vitalità, tra scherzi e risate, scelgono di mettersi a disposizione degli altri. Gestiscono il bar, organizzano il servizio ai tavoli, danno una mano anche in cucina, se serve. Alle loro spalle, un gruppo affiatato di adulti fa funzionare un meccanismo ormai rodato ma sempre impegnativo: dai lavapiatti agli uomini delle piastre, dalla cassa ai responsabili della pulizia in sala, tutto deve funzionare alla perfezione per garantire un'ottima riuscita della festa.

 

Orgogliosamente possiamo dire di avercela sempre fatta, merito anche delle squisite pietanze servite che permettono di fare il giro d'Italia stando seduti ad un tavolo: nel corso delle edizioni sono stati coinvolti nella preparazione dei piatti i cucciaghesi di origine valtellinese, siciliana, veneta, calabrese, emiliana... un ottimo modo per favorire l'integrazione e lo scambio di idee offrendo un'esperienza gastronomica di qualità.

 

Accanto al momento culinario, la festa offre anche l'occasione per riflettere su temi attuali: per questo, la prima serata di ogni edizione è dedicata a un dibattito politico di respiro locale o nazionale. I proventi della Festa di Settembre trovano destinazione nell'organizzazione delle campagne elettorali di Alleanza Popolare (il fine principale per cui essa è nata), ma anche nell'acquisto delle attrezzature necessarie allo svolgimento della festa. Senza dimenticare gli scopi "sociali", nei quali AP fermamente crede: a livello locale vengono sostenuti il Corpo Bandistico "G. Verdi" e la Polisportiva "Cucciago 80"; a livello sovracomunale sono state effettuate donazioni alla fondazione "Antonio Castelnuovo" di Cermenate per la ricerca oncoematologica, all'associazione "Il sogno di Ale" per la ricerca oncologica in ambito pediatrico e agli "Amici di Zinviè", che con le loro missioni raggiungono i più bisognosi in Africa e in India.